Infine il mio Cuore Immacolato

Trionferà !

1907

22 Marzo: Ad Aljustrel, vicino Fatima, nasce Lucia dos Santos, figlia di Antonio dos Santos e Maria Rosa.

1908

11 Giugno: Ad Aljustrel,nasce Francesco Marto, figlio di Manuel Pedro Marto e Olimpia di Jesus Santos.

1910

11 Marzo : Ad Aljustrel,nasce Giacinta Marto,sorella di Francesco.

1913

Lucia viene ammessa alla prima comunione.

1915

Lucia, mentre pascola il gregge con tre amiche in località Cabeço, vede, in tre occasioni diverse, una figura di luce.

1916

In un giorno non precisato,Lucia, Francesco e

Giacinta, mentre pascolano il gregge in località Cabeço, vedono un Angelo che si presenta loro dicendo: '' Sono l'Angelo della Pace''. Nell'estate dello stesso anno, mentre giocano al pozzo,vicino casa, Lucia, Francesco e Giacinta, hanno una seconda visione dell'Angelo che dice di essere ''l'Angelo del Portogallo''. In autunno, Lucia, Francesco e Giacinta ricevono la terza visita dell'Angelo, che si presenta con un calice e un'ostia.

1917

13 maggio: Mentre si trovano a Cova de Iria, località nei pressi di Fatima, Lucia, Francesco e Giacinta vedono su di un piccolo leccio una ''bellissima Signora'', che dice di venire dal cielo e dà loro appuntamento, nello stesso luogo e alla stessa ora, per il 13 dei mesi successivi fino a ottobre. Alla sera Giacinta tornata a casa, rivela alla madre di avere avuto la visione della Madonna.

14 maggio: Olimpia, madre di Giacinta, va a consultarsi con Maria Rosa, madre di Lucia, che ancora non sà niente della visione.

15 maggio: Maria Rosa interroga Lucia, che si limita a dire alla madre di aver visto una signora bellissima.

PRIMI GIORNI DI GIUGNO:A Fatima, la gente chiacchiera sulla visione. Preoccupata, Maria Rosa accompagna la figlia Lucia dal Parroco del paese, ingiungendole di confessare di essersi inventata tutto, ma Lucia si rifiuta affermando:''Io ho visto''.:

Seconda apparizione della Madonna a Lucia,Francesco e Giacinta. La Vergine si presenta con un cuore in mano coronato di spine. Sono presenti una cinquantina di persone.

Fine di giugno: Il Parroco di Fatima,in seguito alle molte chiacchiere che le visioni atanno suscitando in paese, convoca i tre veggenti e i loro genitori per un interrogatorio, al termine del quale dice che, secondo lui, non si tratti di visioni della Madonna, ma forse un inganno diabolico.

Primi giorni di luglio: Lucia, riflettendo sulle parole del Parroco, pensa di essere vittima del diavolo. Un sogno conferma questo sospetto e Lucia entra in una profonda crisi. Decide di non andare più a Cova de Iria.

12 luglio: Lucia informa Francesco e Giacinta che il giorno successivo non andrà più a Cova de Iria

13 luglio:

Al mattino Lucia si nasconde per evitare la gente venuta  per le apparizioni. Alle 11 sente una forza irresistibile che la chiama a Cova de Iria. Non è più oppressa da dubbi e va a casa di Francesco e Giacinta, dicendo:''Andiamo dalla Madonna''. Alle 12, a Cova de Iria, si verifica la terza apparizione, nel corso della quale i tre veggenti hanno la visione dell'inferno. La Madonna confida loro un grande segreto e dice anche:''A ottobre vi dirò chi sono e compirò un miracolo perchè tutti credano''. Alla visione sono presenti circa 4000 persone.

Primi giorni di agosto: Artur de Oliveira Santos, sindaco di Vila Nova de Ourem, da cui dipende Fatima, convoca per l'11 agosto i tre veggenti con i loro genitori. Essendo ateo e massone, è preoccupato per il grande afflusso di gente che si recava sul luogo delle apparizioni.

11 agosto: Antonio dos Santos accompagna la figlia Lucia dal sindaco di Vila Nova de Ourem, mentre Manuel Marto vi si reca senza Francesco e Giacinta. Il sindaco vuole conoscere il segreto che non gli viene rivelato.

13 agosto:

Mentre Lucia, Francesco e Giacinta si preparano per andare all'appuntamento con la Madonna, a Cova di Iria, vengono prelevati dal sindaco di Vila Nova de Ourem e portati in prigione. A Cova di Iria è presente una folla di circa 7000 persone. A mezzogiorno in punto sentono il caratteristico tuono che precede le apparizioni e, in seguito, molti affermano di aver visto anche un globo di luce scendere sul piccolo leccio, rimanervi per circa un minuto e poi sparire nel cielo.

14 agosto: Artur de oliveira Santos interroga a lungo i tre pastorelli, tenuti in prigione.

15 agosto: Il sindaco riaccompagna a Fatima i tre pastorelli e li consegna al parroco.

19 agosto:

Lucia,Francesco e Giacinta, mentre pascolano il gregge in località Os Valinhos, ricevono, per la quarta volta la visita della Madonna,che promette per la seconda volta di compiere un miracolo il 13 ottobre.

13 settembre:

Quinta apparizione della Madonna.Questa volta avviene di nuovo a Cova de Iria e sono presenti circa 30.000 persone. La Vergine ripete che a ottobre compirà un miracolo.

13 ottobre:

Ultima apparizione della Madonna a Cova de Iria. La promessa del miracolo, riferita nei giorni precedenti, da vari giornali, attira una folla immensa, di circa 100.000 persone. Il prodigio avviene e consiste in uno spettacolare fenomeno atmosferico, la danza del sole, che dura parecchi minuti, vista da tutti i presenti.

Fine ottobre: Arrivano da Lisbona delle persone incaricate dalla Curia per interrogare i tre piccoli veggenti.

1918

Dicembre: Una terribile epidemia di in fluenza spagnola si abbatté sul Portogallo, Giacinta e Francisco ne furono colpiti; la prima riuscì a guarire dopo una lunga convalescenza, il secondo invece rimase a letto malato.

1919

4 aprile: Il mattino del 2 aprile Lucia si recò dal cugino per assisterlo nelle sue ultime ore di vita; il mattino del 4 aprile alle ore dieci Francisco, all'età di undici anni, si spense in presenza della madre e dei familiari. Prima di morire, rivelò Lucia, disse di vedere una grande luce, poi subito scomparsa. Il suo corpo fu sepolto il giorno dopo nel piccolo cimitero di Fatima.

1 luglio: Giacinta qualche tempo dopo venne colpita da una pleurite purulenta e trasportata all'Ospedale di Vila Nova da Ourem. Fu una malattia parecchio dolorosa, una profonda piaga le si scavò nel petto e, dopo due mesi di degenza e il ritorno a casa, questa s'infettò in breve tempo.

31 luglio: Muore il papà di Lucia, Antonio dos Santos. Sul luogo delle apparizioni viene eretta una cappellina, pagata con le offerte lasciate dai pellegrini.

1920

2 febbraio: Il professor Enrico Lisboa decide di portare Giacinta nel suo  ospedale per operarla con i metodi migliori. Venne così allontanata dalla famiglia e trasferita a Lisbona nell'Orfanotrofio di Nostra Signora, sotto le cure della Superiora, Maria della Purificazione. Ma la situazione era davvero critica, il 10 gennaio del 1920 le vennero asportate due costole dalla parte sinistra, dove c'era una piaga "larga quanto una mano", senza anestesia poiché il gracile corpo dell'inferma non lo permetteva. Secondo i testimoni, la ragazzina sopportò tutto con coraggio dicendo che avrebbe offerto tutto per la salvezza dei peccatori.

20 febbraio: Alle 10:30 del 20 febbraio 1920, la ragazzina, oppressa da dolori lancinanti, morì in presenza dell'infermiera Aurora Gomez, alla quale era stata affidata, lontana da Lucia e dai genitori.

21 febbraio: La mattina del giorno dopo, il suo corpo fu trasferito alla chiesa degli Angeli, dove rimase fino alla sera del 24. In seguito partì per Vila Nova de Ourém e fu tumulato nella cappella del barone di Alvaiazere.

Trascorsi quindici anni, il 12 settembre 1935 la bara fu aperta. Il corpo, il cui volto fu trovato incorrotto, fu trasportato nello stesso giorno al cimitero di Fatima, dove rimase altri quindici anni e mezzo, fino al 30 aprile 1951. Il 1 maggio successivo, le sue spoglie mortali furono traslate nel transetto della basilica, alla sinistra dell’altare maggiore; un anno dopo il 13 marzo 1952 furono trasportate lì anche le spoglie mortali del fratello Francisco. Il 13 maggio 1989(72º anniversario di Fatima) il Papa Giovanni Paolo II° proclamò l'eroicità delle virtù di Francesco e Giacinta e li beatificò il 13 maggio 2000 proprio a Fatima, luogo delle apparizioni.

1921

17 giugno:

Lucia entra in convento -

Dopo la morte della cugina, Lucia decise di abbandonare Fatima per studiare e seguire la vita consacrata. Il 17 giugno 1921 entrò nel collegio cattolico di Vilar ( Oporto) diretto dalle religiose di Santa Dorotea.

13 ottobre: La Curia di Oporto concede di celebrere la messa nella cappellina edificata sul luogo delle apparizioni.

1922

6 marzo: La cappellina delle apparizioni viene distrutta da un attentato dinamitardo,eseguito da gruppi massonici.

1925

25 ottobre: Lucia viene mandata a Pontevedra per iniziare il postulandato come suora Dorotea.

1926

20 luglio: Lucia va in Spagna per iniziare il noviziato nelle cittadina di Tùy.

2 ottobre: Lucia indossa l'abito religioso e inizia il noviziato.

14 ottobre: Il Nunzio Apostolico a Lisbona fa visita al luogo della apparizioni.

1927

La Santa Sede concede l'autorizzazione a celebrare una messa votiva in Fatima.

1928

3 ottobre: Lucia emette, la professione semplice nella congrecazione delle suore Dorotee.

Posa della prima pietra della grande Basilica Santuario di Fatima.

1929

data non precisata: A Lucia appare la Madonna a Tuy e chiede la consacrazione della Russia al suo Cuore Immacolato.

1930

Ottobre: Il Vescovo di Leiria, Josè Alves Correia da Silva,approva con una lettera pastorale il culto della Madonna di Fatima e dichiara degne di credito le apparizioni.

1931

12 e 13 maggio: Pellegrinaggio dei Vescovi Portoghesi a Fatima e consacrazione del Portogallo al Cuore Immacolato di Maria...continua...

1935

12 settembre: Traslazione dei resti mortali di Giacinta Marto, dal cimitero di Vila Nova de Ourem a quello di Fatima.

1942

13 maggio: Grande Pellegrinaggio e solenne concelebrezione per i 25 anni delle Apparizioni.

31 ottobre: Pio XII° parlando in lingua Portoghese alla radio, consacra il Mondo al Cuore Immacolato di Maria, con menzione velata alla Russia, secondo la richiesta della Madonna...continua...