Una bella giornata con sole e temperature piacevoli ha preparato gli animi all’entusiasmo e alla sincera partecipazione dei fedeli di due paesi uniti nella fede, San Giovanni Gemini e Cammarata nel cuore della Sicilia, il saluto della così tanto gradita ospite che da domenica 10 settembre è stata presente in queste comunità ha attirato migliaia di fedeli che sono rimasti colpiti dall'atmosfera creatasi nella Parrocchia arricchita dalla presenza di meravigliosi e instancabili collaboratori.

La statua, accompagnata dagli uomini preposti, portando sulle spalle la Madonna Pellegrina, hanno percorso le vie cittadine fino alla piazza del Convento dei Cappuccini, dove alla presenza di Sua Em.za il Cardinale di Agrigento Mons. Francesco Montenegro, è stata officiata la Santa Messa di saluto.

I collaboratori del Movimento Mariano Messaggio di Fatima in Italia, giunti da Roma hanno predisposto tutte le fasi per il trasferimento nella nuova comunità di Lauropoli di Cassano allo Jonio (CS).

Nel viaggio di avvicinamento alla località non si è potuti rimanere indifferenti al territorio attraversato fino a Messina, mentre le coste della Sicilia si allontanavano dallo sguardo durante la navigazione non è mancato rivolgere un pensiero a tutte le persone che abbiamo incontrato in queste due tappe siciliane provando immensa nostalgia, ma certi di rimanere nel cuore per mezzo di Lei.

Percorrere scenari Calabresi fino nel cuore della piana di Sibari, tra le pendici del Monte di Cassano Ionio, il massiccio del Pollino e le acque del mare Jonio, dove si trova un territorio di cui le caratteristiche morfologiche si presentano molto variopinte troviamo Lauropoli. Si passa in pochi chilometri da paesaggi mediterranei, dove l'aria è impregnata di fragranze di zagare, a scenari alpini dal profumo di felci. Un angolo di Calabria ricco di storia e di tradizioni.

Qui le civiltà greche, latine, bizantine e normanne hanno segnato l'esistenza di una terra le cui caratteristiche ci accingiamo a scoprire... Lauropoli, proiettato centralmente nella Piana di Sibari, si erge maestosa su una piccola collinetta circondata di verdi uliveti e variopinti agrumeti.

Passeggiando nei vicoli, nelle piazzette, del Centro Storico si possono cogliere atmosfere e suggestioni ormai scomparse altrove, qui tra gli angoli della Vecchia Lauropoli si alternano improvvisi squarci che lasciano intravedere il verde della pianura e il blu del mare. A completare così tanta abbondanza è arrivata, attesa da mesi, l'ospite più desiderata, la Madonna Pellegrina accolta da una folla delle grandi occasioni.

 

Padre Attilio, il Parroco della chiesa dei sacri Cuori di Gesù e Maria, ha organizzato insieme ai suoi collaboratori, fin nei minimi particolari l'evento, i rituali dell'accoglienza, con la presenza di Sua Ecc.za Mons. Francesco Savino, Vescovo di Cassano allo Jonio, e la celebrazione della Santa Messa hanno concluso il giorno dell'arrivo, rimarra fino a sabato 23 settembre per poi risalire l'Italia fino a Palazzo d'Assisi.