..nell'avvicinarsi a Napoli, già da lontano la sagoma del Vesuvio ad est e del monte Faito a sud decidono immediatamente il territorio, imboccata la statale 366 passando per luoghi a noi familiari, S.Antonio,Santa Maria la Carità, Gragnano, Pimonte, Agerola, dove la Madonna Pellegrina ha sostato nei tempi trascorsi, ci siamo avvicinati come per incanto laddove senza soluzione di continuità, si passa dalla montagna al mare, proseguendo poi sulla statale panoramica 163, costruita in epoca borbonica nella prima metà del XIX secolo e da sempre considerata una delle strade più belle d'Italia e seguendo il naturale andamento della fascia costiera, un tracciato ricco di curve, stretto tra la parete rocciosa ed il mare a strapiombo, regalando all'uscita di ogni galleria o tornante nuovi e spettacolari colpi d'occhio dietro l'immancabile curva ecco Praiano, il paese in cui si respira un'atmosfera autentica e genuina, lontana dal turismo di massa, con i suoi vicoletti che si fanno strada tra macchia mediterranea, terrazzamenti e pittoresche abitazioni di cui uno di questi arriva davanti alla chiesa di S.Gennaro, dove con la sempre presente commozione si è celebrata, con Sua Eccellenza Monsignore Orazio Soricelli Arcivescovo di Amalfi-Cava de Tirreni, la Santa Messa di saluto alla Vergine di Fatima, che ha lasciata la Costiera per arrivare in serata a Ciorani, in provincia di Salerno..

Ad accogliere il simulacro, le Autorità civili e militari, insieme al Parroco Don Maurizio che ha collocato la preziosa corona sul capo.

Subito dopo la breve processione, in chiesa prima dell'intronizzazione, le due corone del Rosario sulle mani.

Fino a sabato la Madonna Pellegrina sarà presente alla venerazione dei fedeli in questa chiesa, di San Nicola a Ciorani, poi la sera stessa l'Immagine, accompagnata dai collaboratori del Movimento Mariano Messaggio di Fatima in Italia si imbarcherà a Napoli per raggiungere la Sicilia dove rimarrà 2 settimane, e precisamente ad Agrigento e Gemini.