..di nuovo nella Costiera Amalfitana..

Pogerola, frazione di Amalfi, è un grazioso borgo rinomato per la sua quiete  l'aria fresca e salubre. Dall'alto della collina si ammira l'incantevole scenario del Golfo di Salerno, della Costa d'Amalfi fino agli isolotti de Li Galli e, più in basso, le frazioni di Lone e Pastena.


Tale localizzazione ne fa uno dei centri paesisticamente più interessanti della Costiera. Il suo fulcro è rappresentato dalla sommità della collina del Castello, la quale, sovrastando ad occidente Amalfi, ne costituiva uno dei cardini della difesa costiera.


Dalla suddetta cima, ruotando lo sguardo per 360 gradi, iniziando da sud-ovest, si vedono le ripidi pendici dell'altura sprofondare nella stretta e profonda incisione del Cieco. Al di là, si staglia il profilo del territorio di Pastena, dominato dal pianoro di Gaudio. Ad est, il suolo declina dolcemente per settanta metri ed è poi interessato da un salto verticale di oltre cento metri che la isola completamente da Amalfi.


Ma veniamo ai fatti che danno motivo di parlare di questa perla.
Nel cuore del borgo c'è la Chiesa di Santa Maria Vergine del XII secolo, con un bel pronao coperto da volte a crociera,  quì il Parroco Don Luigi de Martino ha fatto si che la Madonna Pellegrina di Fatima venisse ospite nella penultima tappa della sua  Peregrinatio Mariae  in Italia  nel  centenario delle apparizioni (1917-2017).


Il mattino con la Messa di saluto avvenuta nella Parrocchia romana di Santa Margherita Alacoque nel quartiere di Tor Vergata, la Bianca Signora è partita , accompagnata dagli instancabili collaboratori del Movimento Mariano Messaggio di Fatima in Italia, alla volta della Campania,  attraversata Napoli, salendo verso monte Faito, arrivati sul valico all'improvviso lo scenario della Costiera che non smetteresti di ammirarla tanto la sua suggestiva bellezza che è difficile giudicare se meglio in una o l'altra stagione.


Ad attendere la così attesa ospite, Sua Ecc.za Mons.  Orazio SoricelliArcivescovo di Amalfi-Cava de Tirreni, autorità Politiche e Militari insieme ai numerosi fedeli richiamati dalla presenza di Maria.

Si avrà la possibilità di visitare la pregiata Immagine  fino a sabato 2 dicembre, poi partirà per l'ultima tappa del 2017, nella Diocesi di Sabina-Poggio Mirteto, dove a bordo di un elicottero atterrerà a Palombara Sabina per essere intronizzata nella  Parrocchia di San Biagio e Santo Egidio fino al 10 da dove con una solenne Concelebrazione partecipata dalle comunità che l'hanno ospitata in questo lungo anno rientrerà nel  Santuario di Fatima del Portogallo.moreno marroni   foto giancarlo

Ultimo aggiornamento ( Mercoledì 09 Maggio 2018 19:15 )

 

..DA S. IRENEO A TOR VERGATA..

In questo periodo storico, tanto turbato dai venti di guerra, dal terrorismo, dall’odio, Lei, la Donna Vestita di Sole, ci dà una risposta storica.

Con sollecitudine materna, quasi con insistenza, ci insegna che con la preghiera e la penitenza si può tornare a una vita di pace. “Che non esiste un destino immutabile, che fede e preghiera sono potenze, che possono influire nella storia e che alla fine la preghiera è più forte dei proiettili, la fede più potente delle divisioni.”
..le apparizioni di Fatima sono la manifestazione tangibile dell'Amore Materno di Maria che viene incontro ai suoi figli per invitarli alla conversione, alla preghiera e alla penitenza e sono un richiamo profetico alla chiesa e al mondo a non smarrire o barattare la vera fede ..


"Il Messaggio di Fatima, in generale, non è complesso. Le sue richieste riguardano la preghiera, la riparazione, la penitenza, il sacrificio, e l’abbandono del peccato. Prima che la Madonna apparisse ai tre pastorelli, Lucia, Francesco e Giacinta, l’Angelo della Pace gli aveva fatto visita. L’Angelo preparò i fanciulli a ricevere la Beata Vergine Maria, e le sue istruzioni sono un aspetto importante del Messaggio, che troppo spesso viene dimenticato.


..ma poi per motivi a noi sconosciuti, Lei arriva a farci visita , a trasformare le nostre Parrocchie Santuario per una settimana, che passa troppo veloce, ma  lascia dei ricordi indelebili nei cuori..


..ed oggi tutto ciò si è ripetuto quì a Tor Vergata, quartiere ad est di Roma, dove tanto tempo fa San Giovanni Paolo II° celebrò la giornata mondiale della gioventù con una presenza di giovani che nella storia non si ricorda..
..lasciata la parrocchia di S.Ireneo a Roma sud, l'immagine accompagnata dai collaboratori del Coordinamento Nazionale è arrivata nel pomeriggio nella Parrocchia di Santa Margherita Alacoque.. .. ad attendere la sacra icona ,il parroco Don Domenico che fatta la preghiera di saluto, con tutto il popolo dei  fedeli al canto del 13 maggio  in processione ha accompagnato  la sacra immagine in chiesa dove  rimarrà fino al 26 novembre per poi trasferirsi sulla Costiera Amalfitana a Pogerola..

Ultimo aggiornamento ( Mercoledì 09 Maggio 2018 19:15 )

 

..la Vergine a Fiano Romano..

..un intero modo di guardare l’Italia in velocità sull‭’ ‬autostrada sono piccoli gli alberi,‭ ‬in miniatura i fiumi,‭ ‬minuscole le abitazioni..

..dall‭’ ‬inizio della Peregrinatio il‭ ‬22‭ ‬aprile ad oggi ed a‭ ‬5‭ ‬tappe dal termine delle celebrazioni inerenti il centenario delle apparizioni di Fatima,‭ ‬abbiamo percorso circa‭ ‬22.000‭ ‬km in compagnia di Maria,‭ ‬toccando numerose regioni‭ ‬percorrendo strade territori fantastici,conoscendo persone speciali,‭ ‬Santi Sacerdoti,‭

‬e come stamattina partendo prestissimo che era ancora notte fonda verso Lucca,‭ ‬per trasferire la preziosa statua della Madonna Pellegrina,‭ ‬nel silenzio del viaggio ripercorrere con la mente tappa dopo tappa,‭ ‬immaginare i visi degli amici incontrati per mezzo di Lei è naturale..gli stessi visi sorridenti agli arrivi e tristi alle partenze..

..come oggi a Lucca,‭ ‬dove per una settimana è stata esposta la Bianca Signora nel Monastero Santuario di Santa Gemma Galgani..

..dopo la solenne celebrazione di saluto,‭ ‬la Madonna Pellegrina,accompagnata dai collaboratori del Coordinamento Nazionale per le Peregrinatio in Italia per conto del Santuario di Fatima del Portogallo,‭ ‬sono partiti alla volta del Lazio dove con la presenza di Sua Ecc.za Mons.‭ ‬Romano Rossi,Vescovo della Diocesi di Civitacastellana è stata accolta all‭’ ‬ingresso della Città..

..il rito dell‭’ ‬accoglienza,la processione,la posa delle corone e la S.Messa hanno concluso la giornata,domenica‭ ‬5‭ ‬novembre partirà alla volta di Sezze‭ (‬LT‭)‬..

moreno marroni foto giancarlo

Ultimo aggiornamento ( Mercoledì 09 Maggio 2018 19:15 )

 

..LA PELLEGRINA A S. IRENEO..

 

Autunno!..mentre ammiriamo tutto il fascino nascosto di questa stagione che per molti è triste e malinconica, come la descrivono molti poeti, che ne  parlano  piena di tristezza, di rancore, di nostalgia , in realtà  ha una particolarità;

le città si colorano, i paesi si impregnano di odori, e sembra che la natura con i suoi suoni componga una musica bellissima, il mare  cambia, sembra che i suoi colori si spengano leggermente e l’acqua assume un colore più tendente al grigio, ma allo stesso tempo rimane limpido e trasparente e poi la speranza, che in questo piccolo paese dell'Agro Pontino ha avuto l'opportunità di toccarla con mano, insieme alla presenza della Bianca Signora di Fatima

Il sabato sera, dopo la S.Messa, con la processione si è cominciato ad emozionarsi pensando alla partenza di domenica, che ha visto la partecipazione di centinaia di fedeli che allo sventolio dei fazzoletti bianchi ha salutato la loro Compagna di una settimana.

Sotto una pioggia battente e cambiando la fase organizzativa dell'arrivo, la Sacra Immagine è stata preparata sulla sua base adornata da centinaia di garofani bianchi nella Cappella del Santissimo all'interno della Chiesa di Sant'Ireneo a Centocelle, quartiere di Roma, e alla presenza di S.E. Mons. Giuseppe MARCIANTE è stata accolta e intronizzata con il solito rituale.Rimarrà fino a domenica 19 novembre per poi trasferirsi nella Parrocchia di Santa Maria Alacoque nel quartiere romano di Tor Vergata.

Ultimo aggiornamento ( Mercoledì 09 Maggio 2018 19:15 )

 

..in visita a Santa Gemma Galgani..

..si esulta per l’energia elettrica che solleva l’uomo dalla fatica, per i vaccini che lo salvano dal male. Ecco, la scienza genera felicità e salute per tutti, cancella le paure, avvera ogni speranza, abroga e sostituisce Dio, invece, la ragazza Gemma Galgani dice che ha colloqui con Gesù, con la Madonna , ma c’è di peggio: quei discorsi concernono la sofferenza, il dolore innocente, l’imitazione di Gesù suppliziato; proprio i temi meno sopportati dal “moderno pensiero”..

Queste poche righe per descrivere la breve sistenza di una ragazza vissuta alla fine dell800 che muore alla vigilia di Pasqua nel 1903 a soli 25 anni..sarà la prima santa morta e canonizzata (1940, da Pio XII) nel XX secolo.

E proprio nella sua casa dove riposa, nel Santuario a Lei dedicato, a Lucca che il 22 ottobre, proveniente dal Santuario Romano della Madonna del Divino Amore, è arrivata la pregiata effige della Madonna Pellegrina del Santuario di Fatima del Portogallo, statua ufficiale e unica in Italia per la Peregrinatio Mariae a cui il Santo Padre ha concesso, laddove è ospite,l'Indulgenza Plenaria.

Accompagnata come sempre dai collaboratori del Coordinamento Nazionale delle Missioni Mariane per conto del Santuario Portoghese, l'Immagine è giunta a Lucca nel pomeriggio in tempo utile per i preparativi atti allo svolgimento dell'evento programmato .

Accompagnata in processione in chiesa, dopo il rituale della posa delle corone e l'intronizzazione, è stata officiata la Santa Messa.

Domenica con la Santa messa delle 9,30 ci sarà il saluto alla Madonna che con il canto del 13 maggio partirà per il Lazio e precisamente a Fiano Romano a nord di Roma.

Ultimo aggiornamento ( Mercoledì 09 Maggio 2018 19:16 )

 

<< Inizio < Prec. 1 2 3 4 5 6 7 Succ. > Fine >>

Pagina 2 di 7