..arriva dal cielo e Cortona la accoglie..

Gli appelli del Messaggio di Fatima è stato scritto da Suor Lucia dos Santos, una dei tre pastorelli di Fatima, per dare risposta alle innumerevoli domande che le venivano rivolte sulle apparizioni, sui messaggi della Madonna e consigli sul cammino spirituale di conversione. Si tratta di una lunga lettera , diretta a tutti coloro che le hanno fatto pervenire i propri dubbi e aspirazioni ad una maggiore fedeltà agli appelli della Madonna. L’appello centrale nel messaggio, e punto di riferimento costante, è la raccomandazione di Nostra Signora: “Non offendete più Dio Nostro Signore, che è già molto offeso” (apparizione 13 ottobre 1917)

Suor Lucia, in questo libro: Gli Appelli del Messaggio di Fatima spiega come si offende Dio quando trasgrediamo la sua Legge, i Comandamenti che Dio ci ha tracciato per raggiungere la vita eterna. Lei offre ai lettori, una bella sintesi teologica e spirituale dei massaggi di Fatima, che rafforza la fede e la vita cristiana. Un libro che è insieme Vangelo e Catechismo di Fatima, chiamato a confermare nella fede, tutti i devoti della Bianca Signora di Fatima. Le stampe sui messaggi di Fatima li trovate in ogni tappa della Madonna Pellegrina distribuiti dagli addetti, o collaboratori parrocchiali, altresì è possibile segnare delle Sante Messe da celebrare nel Santuario Portoghese, con la specifica delle intenzioni.

Ora commentiamo la giornata vissuta il 28 maggio nelle due comunità ospitanti la Vergine di Fatima, Villafontana, che terminava la sua settimana e Cortona che con l'arrivo si appresta a viverla con trepidazione. La Santa Messa di commiato, iniziata alle 10 a Villafontana, nella Bassa Padana, è stata presieduta dal Vicario Pastorale di Verona, nel piazzale del centro sportivo, al termine dopo i convenievoli e saluti l'Immagine accompagnata dai collaboratori

 del Movimento Mariano Messaggio di Fatima in Italia , è partita alla volta di Cortona, che si trova nella parte sud orientale della Toscana, su una delle colline più affascinanti della regione.

  Si affaccia sulla Valdichiana con una magnifica vista mozzafiato di 180 gradi che raggiunge i confini umbri, e da dove si gode la vista del lago Trasimeno. Cortona preserva ancora molti resti del periodo Etrusco, come le antiche mura ancora oggi intatte. Suoi personaggi illustri a partire dal Rinascimento sono stati: Luca Signorelli, Beato Angelico, Pietro Berrettini e Gino Severini. I loro capolavori si possono ammirare al museo MAEC, al museo DIOCESANO e nelle varie chiese del centro storico.

Ma passiamo ai fatti..un collaboratore con la custodia della Madonnina, è stato accompagnato all'aviosuperfice di Castelfiorentino, dove ad attenderla anche il Cappellano del club che ha salutato insieme a tutti i presenti con alcune preghiere e impartito la benedizione a tutta la base, in seguito preso posto sul velivolo si è partiti alla volta del piazzale del Santuario dove ad attendere l'evento migliaia di persone , autorità Civili e Militari.

 Frate Stefano, l'organizzatore dell'evento ha saputo gestire in modo perfetto tutta la macchina oganizzativa e per questo va il nostro plauso.

Dopo l'atterraggio e posizionato la Madonna sulla sua base, con una piccola processione accompagnata dagli sbandieratori di Cortona, ha raggiunto l'interno del Santuario e dopo la posa delle corone nelle mani, è iniziata la Solenne Concelebrazione.

Con apposito programma per tutta la settimana si potrà lucrare l'Indulgenza Plenaria in questo Santuario, poi domenica 4 giugno con la Messa di saluto la Bianca Signora partirà alla volta dell'Imperiale Abbazia di Casamari nel Frusinate.

 

 

Villafontana (VR) per una settimana è Fatima

..Nostra Signora conclude il messaggio del 13 maggio 1917 dicendo: “Recitate il Rosario tutti i giorni, per ottenere la pace per il mondo e la fine della guerra. ”Tutte le persone di buona volontà, scrive suor Lucia, possono e devono, ogni giorno recitare il rosario. E perché? Per metterci in contatto con Dio, per ringraziarlo dei suoi benefici e chiedergli le grazie di cui abbiamo bisogno.

Dato che tutti abbiamo bisogno di pregare, Dio chi chiede una preghiera che è alla nostra portata. La preghiera del rosario può essere alla portata di tutti. Si può fare sia in comune con altre persone, sia da soli. Sia in chiesa di fronte al Santissimo, sia in famiglia, i genitori insieme ai figli.

Sia per strada, sia in viaggio, sia da sani che da ammalati e….non mancherà ad alcuno l’occasione. La nostra giornata ha ventiquattro ore….non sarà poi tanto se riserviamo un po’ di tempo al Signore per una intima conversazione con Lui.

Il rosario costituirà un mezzo poderoso per aiutarci a mantenere la fede, la speranza e la carità. Il rosario o corona, conclude suor Lucia, è la preghiera che Dio, attraverso la sua Chiesa e Nostra Signore, ci ha raccomandato con maggiore insistenza, a tutti in generale, come via e porta di salvezza: “Recitate il rosario tutti i giorni” ( Nostra Signora, 13 maggio 1917)..

..questo è il tema principale della settimana mariana iniziata a Villafontana, paesino storico della Padana che in un documento che parla di Villafontana risulta essere nata dal Vescovo di Verona Cardinale Agostino Valerio nel 1573nel quale viene citata l'istituzione della Rettoria di Sant'Agostino. .. la chiesa di Sant'Agostino fu eretta nel Cinquecento nella frazione  di Villafontana e divenne chiesa parrocchiale, staccandosi dalla chiesa madre di Bovolone, nel 1583..

..dopo queste poche notizie storiche, parliamo dei fatti che hanno visto l'arrivo della pregiata Immagine della Madonna Pellegrina del Santuario di Fatima del Portogallo, che nel primo pomeriggio, dopo una settimana sostata nella Parrocchia di S.Eufemia, al centro di Verona e che ha visto transitare in 7 giorni una moltidutine di fedeli che il Parroco neanche poteva minimamente immaginare, è arrivata, accompagnata dai delegati del Veneto del Movimento Mariano Messaggio di Fatima insieme ai delegati giunti da Roma e dal Parroco responsabile del Movimento per il Veneto , Don Michele Fiore, all'appuntamento prefissato dal Parroco di Villafontana che insieme al Consiglio Pastorale e a tutti i gruppi che orbitano intorno alla Parrocchia hanno deciso.

Ad accogliere la così pregiata ospite, moltissimi fedeli, che poi hanno accompagnato la Vergine in processione in chiesa.

Fino a domenica 28 maggio, la Bianca Signora , insieme alle Sante Reliquie dei Pastorelli di Fatima, Giacinta e Francesco sarà alla venerazione dei fedeli con apposito programma giornaliero, altresì si ricorda che con decreto della Penitenzieria Apostolica del Vaticano è possibile lucrare l'Indulgenza Plenaria solo alla presenza della Statua Ufficiale accompagnata dal Movimento Mariano Messaggio di Fatima in Italia, unico organismo collegato con il Santuario Portoghese.

 

 

 

..13 maggio 1917-13 maggio2017..Francesco e Giacinta SANTI!!

 

.. oggi 13 Maggio 2017 si è ricordata, nella Cattedrale di Roma, S.Giovanni in Laterano, il centenario della prima apparizione della Madonna ai tre Pastorelli di Fatima, proclamati Santi da Papa Francesco proprio oggi a Fatima.

La Concelebrazione, accompagnata dal coro Diocesano, è stata officiata da sua Em.za Cardinal Agostino Vallini, Vicario del Papa, numerose le personalità presenti come tutto il popolo che ha sostato in preghiera davanti all'Immagine della Madonna Pellegrina che è giunta con il Movimento Mariano Messaggio di Fatima in Italia , che coordina con il Santuario Portoghese la Peregrinatio Nazionale.

La giornata è cominciata nel Santuario di Ns.Signora di Fatima a San Vittorino con la Concelebrazione di saluto a Maria Pellegrina giunta il 7 maggio con un elicottero dell'Air Fly Roma, messo gentilmente a disposizione dal Presidente Italo Marini.

 

Scortata dalle forze dell'ordine, l'Immagine, accompagnata dalle sante Reliquie di Francesco e Giacinta, è giunta nella Basilica di Santa Croce in Gerusalemme che è una delle sette chiese di Roma facente parte del tradizionale itinerario di pellegrinaggio reso celebre da San Filippo Neri.

Dopo la preghiera di accoglienza, la Madonna Pellegrina e le Reliquie, sono giunte in processione sul sagrato della Cattedrale di Roma, San Giovanni in Laterano, dove ad accoglierla, con il tradizionale sventolio dei fazzoletti bianchi, circa ventimila fedeli giunti da ogni parte dell'Italia.

La solenne Concelebrazione, presieduta dal Vicario del Santo Padre, Francesco, Sua Em.za il Cardinale Agostino Vallini ha ricordato la Canonizzazione dei due Pastorelli, avvenuta in tarda mattinata nel Santuario di Fatima dal Pontefice.

In forma privata la Vergine di Fatima, è arrivata nella Papale Arcibasilica Patriarcale maggiore arcipretale liberiana di Santa Maria Maggiore, conosciuta semplicemente con il nome di "basilica di Santa Maria Maggiore" o "basilica Liberiana" (perché sul suo sito il primo edificio di culto fu fatto erigere da Papa Liberio) ed è una delle quattro basiliche papali di Roma, situata nel Rione Monti.

Dopo la breve preparazione nella Cappella della Madonna, in processione, attraversando l'intera navata laterale e poi centrale, la statua portata dai collaboratori del Movimento, e accompagnata dall'assistente spirituale Don Marco, è stata posizionata davati all'altare Maggiore per iniziare il momento di preghiera, in collegamento internazionale con altri 4 santuari del Mondo.

Al termine della serata spirituale, con momenti veramente toccanti incastonati nella coreografia millenaria della Basilica, l'effige della Madonna Pellegrina è stata traferita, presso il Circo Massimo, per iniziare la storica processione di mezzanotte fino al Santuario dei Romani del Divino Amore distante circa 14 km.

 

All'arrivo, circa le 5 del mattino, nel Santuario del Divino Amore è stata celebrata una solenne Eucarestia, che al termine con la recita dell'atto di affidamento di Papa Francesco, ha concluso le varie fasi delle celebrazioni dei cento anni delle apparizioni, iniziate al mattino a San Vittorino.

I collaboratori del Movimento Mariano Messaggio di Fatima in Italia, unico organismo ufficiale che coordina le missioni in Italia in collaborazione con la Rettoria del Santuario di Fatima del Portogallo, dopo la fine della Santa Messa ha provveduto a trasferire la preziosa Statua nella tappa successiva, la N°4 nella Parrocchia di Santa Eufemia nel centro di Verona, che rimarra fino al 21 maggio.

Ultimo aggiornamento ( Martedì 16 Maggio 2017 19:39 )

 

La Madonna Pellegrina arriva a Verona

Bianca Signora di Fatima, come ti chiamavano i Santi Pastorelli, Francesco e Giacinta, e Madre di tutti gli uomini e le donne, eccomi come un figlio che viene a visitare sua Madre e lo fa in compagnia di una moltitudine di fratelli e sorelle.

Così è stato è lo è ancora , tutti i giorni, quì nella Parrocchia di Santa Eufemia di Verona, a due passi da quel monumento che è stato fatto erigere tra il secondo ed il terzo decennio del I° secolo cioè tra la fine del periodo Augusteo e l'inizio di quello Tiberiano, e stiamo parlando dell'Arena, la presenza dell'Immagine Ufficiale della Madonna Pellegrina, in Peregrinatio in tutta Italia fino all'8 dicembre, arrivata il 14 maggio proveniente da quella giornata attesa da tempo, il centenario, celebrato a Roma con il Vicario del Papa.

La partenza, dopo la Santa Messa celebrata alle 5 del mattino nel Santuario del Divino Amore dopo il pellegrinaggio da Roma a piedi.  A Verona erano in attesa, le Suore Clarisse di Clausura, che hanno ospitato l'Immagine qualche ora, il tempo di effettuare i preparativi per l'arrivo ufficiale.

Scortati dalle forze dell'ordine, gli addetti del Movimento Mariano Messaggio di Fatima, hanno raggiunto il luogo stabilito e lì portata a spalla dai portatori, la Madonna ha raggiuno il suo posto, che con la presenza di Sua Ecc.za Mons. Zenti, Vescovo di Verona , ha accolto la Vergine con la recita del Santo Rosario e subito dopo la Santa Eucarestia.

Rimarra alla venerazione dei Veronesi fino a domenica 21, per poi trasferirsi nella 2^ tappa del Veneto e cioè a Villafontana la sera alle 18.

 

 

3^ Tappa, Santuario Ns. Signora di Fatima , San Vittorino (RM)

 

Vergine Santa, madre di Dio e madre nostra che a Fatima hai mostrato la tenerezza soave del tuo cuore immacolato, al quale ci hai invitati a consacrarci particolarmente, ti ringraziamo, ti benediciamo, ti lodiamo.

..continua a visitarci con la tua materna presenza, continua a ricordarci l'esigenza della conversione, del rifiuto del peccato e la necessità della preghiera. Guarda con bontà, o Maria, ad ognuno di noi. Proteggi le nostre famiglie a te affidate, custodisci nell'amore le nostre comunità, benedici i nostri bambini, salvaguarda i nostri giovani, mostrati quale sei, baluardo della fede, madre solerte della Chiesa del tuo Figlio, universale soccorritrice dei miseri..
 all'arrivo, migliaia di persone che aspettavano trepidanti questo momento, hanno partecipato.


..non ..credo, ..che guardando la Vergine di Fatima, oggi Pellegrina quì nel Santuario di Ns di Fatima di San Vittorino alle porte di Roma, non si possa che non condividere questa semplice preghiera...
La giornata del 7 maggio, è iniziata nella Parrocchia di Santa Maria Addolorata del quartiere Romano di Villa Gordiani con la solenne Celebrazione di commiato.


Accompagnata la Statua, presso l'aviosuperfice di Air Fly Roma , due collaboratori del Movimento, insieme al Rettore del Santuario ospitante, hanno preso posto nel velivolo, messo a disposizione come sempre dal Presidente Italo Marini e così come programmato alle 17,30 l'Immagine ufficiale del Santuario Portoghese è atterrata nel Santuario Romano, dove 

 

 Dopo la preghiera di accoglienza , la processione ha accompagnato la Vergine di Fatima in chiesa, dove rimarrà fino a domenica 13 maggio, per poi essere trasferita a Roma in San Giovanni Laterano per la Celebrazione del Centenario in comunione con Fatima.

Ultimo aggiornamento ( Mercoledì 10 Maggio 2017 15:10 )

 

<< Inizio < Prec. 1 2 3 4 5 6 7 Succ. > Fine >>

Pagina 5 di 7