..nella terra di San Francesco..

 

La distanza tra le due comunità , Lauropoli di Cassano allo Jonio e Palazzo di Assisi, ha condizionato il saluto alla Madonna Pellegrina di Fatima al sabato per permettere di raggiungere in tempo,la domenica successiva, il luogo scelto da Maria per proseguire la sua Peregrinatio in terra Italiana.

I collaboratori del Movimento Mariano Messaggio di Fatima in Italia, partiti presto da Roma hanno raggiunto Lauropoli per collaborare insieme a Padre Attilio, parroco della Parrocchia dei Sacri Cuori di Gesù e Maria, agli ultimi particolari inerenti alla visita in Cattedrale della Vergine di Fatima, a Cassano e l'inaugurazione dell'albero del Perdono, messo a dimora, su invito del loro Vescovo Savini, in una rotatoria di Lauropoli.

La sera di venerdì l'arrivo a Cassano in Cattedrale con la partecipazione di centinaia di fedeli, ha vissuto un momento di preghiera molto intenso alla presenza del Rettore e del Clero Diocesano.

Al ritorno, con la presenza delle autorità cittadine e militari, la benedizione dell'ulivo, poi di nuovo l'ingresso in chiesa dove non è stato possibile chiuderla, è rimasta aperta tutta la notte con una partecipazione notevole e continua di meravigliosa gente.

Ma il sabato inesorabile è arrivato e con la santa messa alle 11, si è avviata il non desiderato momento del saluto, occhi pieni di lacrime, ma con il cuore gonfio di amore hanno accompagnato la Bianca Signora nella piccola uscita sul piazzale dove centinaia di bambini delle scuole attendevano con il palloncino in mano per rendere omaggio a Lei.

Dopo il canto dell'addio di Fatima, accompagnato dal bravissimo coro, la Sacra Statua è entrata in chiesa in forma privata per essere adagiata nella sua custodia e partire con lo sventolio dei fazzoletti bianchi. Rimarranno indelebili i visi di tutti voi collaboratori di Don Attilio nei nostri pensieri e vi ricorderemo nelle preghiere, grazie!

Torniamo con malinconia ai fatti di domenica, ma per noi una nuova emozione, arrivati in tempo utile, attraversando verdi colline infinite ondulazioni di colli che formano il tipico paesaggio umbro: dossi fertilissimi punteggiati di antichi borghi e case coloniche che si stendono a perdita d’occhio nel paesaggio agrario delle viti e degli ulivi, delle piantagioni di tabacco, degli ordinati coltivi ravvivati dalle macchie gialle dei girasoli, ecco Palazzo di Assisi, con alle spalle l'inconfondibile sagoma della Basilica di San Francesco.

La comunità tutta ha accolto la Vergine poco distante la chiesa, che raggiunta dopo la preghiera di accoglienza, la posa delle corone e l'accensione della lampada vedrà sostare la Pellegrina fino a domenica 1° ottobre per poi raggiungere il Veneto con una tappa al centro città di Verona. moreno marroni foto giancarlo

 

..dalla sicilia in calabria!..

Una bella giornata con sole e temperature piacevoli ha preparato gli animi all’entusiasmo e alla sincera partecipazione dei fedeli di due paesi uniti nella fede, San Giovanni Gemini e Cammarata nel cuore della Sicilia, il saluto della così tanto gradita ospite che da domenica 10 settembre è stata presente in queste comunità ha attirato migliaia di fedeli che sono rimasti colpiti dall'atmosfera creatasi nella Parrocchia arricchita dalla presenza di meravigliosi e instancabili collaboratori.

La statua, accompagnata dagli uomini preposti, portando sulle spalle la Madonna Pellegrina, hanno percorso le vie cittadine fino alla piazza del Convento dei Cappuccini, dove alla presenza di Sua Em.za il Cardinale di Agrigento Mons. Francesco Montenegro, è stata officiata la Santa Messa di saluto.

I collaboratori del Movimento Mariano Messaggio di Fatima in Italia, giunti da Roma hanno predisposto tutte le fasi per il trasferimento nella nuova comunità di Lauropoli di Cassano allo Jonio (CS).

Nel viaggio di avvicinamento alla località non si è potuti rimanere indifferenti al territorio attraversato fino a Messina, mentre le coste della Sicilia si allontanavano dallo sguardo durante la navigazione non è mancato rivolgere un pensiero a tutte le persone che abbiamo incontrato in queste due tappe siciliane provando immensa nostalgia, ma certi di rimanere nel cuore per mezzo di Lei.

Percorrere scenari Calabresi fino nel cuore della piana di Sibari, tra le pendici del Monte di Cassano Ionio, il massiccio del Pollino e le acque del mare Jonio, dove si trova un territorio di cui le caratteristiche morfologiche si presentano molto variopinte troviamo Lauropoli. Si passa in pochi chilometri da paesaggi mediterranei, dove l'aria è impregnata di fragranze di zagare, a scenari alpini dal profumo di felci. Un angolo di Calabria ricco di storia e di tradizioni.

Qui le civiltà greche, latine, bizantine e normanne hanno segnato l'esistenza di una terra le cui caratteristiche ci accingiamo a scoprire... Lauropoli, proiettato centralmente nella Piana di Sibari, si erge maestosa su una piccola collinetta circondata di verdi uliveti e variopinti agrumeti.

Passeggiando nei vicoli, nelle piazzette, del Centro Storico si possono cogliere atmosfere e suggestioni ormai scomparse altrove, qui tra gli angoli della Vecchia Lauropoli si alternano improvvisi squarci che lasciano intravedere il verde della pianura e il blu del mare. A completare così tanta abbondanza è arrivata, attesa da mesi, l'ospite più desiderata, la Madonna Pellegrina accolta da una folla delle grandi occasioni.

 

Padre Attilio, il Parroco della chiesa dei sacri Cuori di Gesù e Maria, ha organizzato insieme ai suoi collaboratori, fin nei minimi particolari l'evento, i rituali dell'accoglienza, con la presenza di Sua Ecc.za Mons. Francesco Savino, Vescovo di Cassano allo Jonio, e la celebrazione della Santa Messa hanno concluso il giorno dell'arrivo, rimarra fino a sabato 23 settembre per poi risalire l'Italia fino a Palazzo d'Assisi.

 

..la Vergine è arrivata in Sicilia!..

 

Il saluto alla Bianca Signora è avvenuto nella Parrocchia di S.Nicola di Bari in Ciorani sabato 2 settembre, con una partecipazione notevole di fedeli che al canto del 13 maggio ha salutato l'immagine che è partita per la Sicilia.

I collaboratori del Movimento Mariano Messaggio di Fatima in Italia, prelevato il simulacro della Madonna Pellegrina si sono imbarcati a Napoli e dopo una navigazione un pò movimentata dato il mare grosso, sono giunti a Palermo e dopo una breve visita al Santuario di Santa Rosalia è iniziato il viaggio attraverso un territorio che presenta una conformazione , geologica, orografica, paesaggistica, a tratti di montagne, pianure e colline, molto diversificata ma unica e spettacolare, la cui vista stimola , sentimenti di pace e serenità.

Un fascino arricchito anche dalle preziose testimonianze archeologiche che raccontano le antiche origini della Trinacria (antico nome della Sicilia), e dai tanti monumenti, a testimonianza storica che ha saputo forgiarsi nel corso dei secoli.

L'avvicinamento ad Agrigento, dove la Vergine di Fatima sosterà dal 3 al 9 settembre, è avvenuto tramite la s.s.189 che attraversando l'entroterra siciliano, lontano dalle torride spiagge e dai siti archeologici sparsi lungo la costa, offre forse l’aspetto più autentico di questa terra. Inoltre le montagne dell’isola, che possiedono una bellezza aspra e selvaggia, danno la possibilità di cogliere aspetti paesaggistici unici.

Ad attendere, in forma privata l'arrivo del mezzo del Coordinamento Nazionale, Don Angelo, autentico Sacerdote di una volta, che insieme ai suoi collaboratori si sono messi a disposizione per organizzare nei particolari l'arrivo ufficiale, che è avvenuto alle 18,30 davanti la stazione Centrale di Agrigento.

La preghiera di accoglienza, la breve processione con la celebrazione dell'Eucarestia presieduta da Sua Em.za il Cardinale Francesco Montenegro, Arcivescovo metropolita di Agrigento e l'intronizzazione ha concluso la giornata dell'arrivo.

Rimarrà nella Parrocchia di Ns. Signora di Fatima in Agrigento fino a domenica 10 settembre, poi con la s. messa di saluto alle 11 partirà alla volta della seconda e ultima tappa della Sicilia, San Giovanni in Gemini-Cammarata.

 

..nel cuore della Sicilia..

 

-- Il 13 settembre 1917, alla Cova da Iria, verso mezzogiorno, sono presenti venticinque-trentamila persone; tra queste una decina di sacerdoti in incognito e una trentina di seminaristi. Al momento dell’arrivo della Madonna circa due terzi dei presenti vedono nel cielo un globo luminoso che si avvicina da levante verso ponente, in modo lento e maestoso, dirigendosi verso il leccio delle apparizioni sopra il quale scompare. La luce del sole si attenua e l’aria diventa come dorata.--

A 100 anni esatti da questo giorno, per un fatto a noi ignoto, la Bianca Signora di Fatima vuole essere presente in questa comunità di San Giovanni Gemini-Cammarata. Tutto è cominciato da una telefonata di Don Angelo al Santuario Portoghese di Fatima per chedere informazioni sulla Peregrinatio 2017 della Madonna Pellegrina , avuti i contatti telefonici del Movimento, collaboratore in Italia per il Santuario e dopo aver effettuato un sopralluogo in primavera, è arrivato il benestare dell Arcivescovo di Agrigento e di seguito i fatti avvenuti dal 3 settembre ad oggi nell'incantevole Sicilia e precisamente nella provincia di Agrigento sono a tutti noi noti.

Certamente ad ogni arrivo si sa che ci sarà una partenza e anche nella comunità della Parrocchia di NS di Fatima ad Agrigento il giorno non desiderato è arrivato. Nel primo pomeriggio di sabato 9 settembre, i collaboratori del Movimento Mariano Messaggio di Fatima in Italia, sono arrivati da Roma per le dovute procedure di trasferimento, con la processione serale gia si avvertiva nell'aria la commozione per la partenza del giorno successivo.

Non nascondiamo che anche noi ogni volta proviamo gli stessi sentimenti, perchè quando ci si innamora di una comunità formata da persone umili, che sono eccellenti nell'ospitalità e nel servizio che offrono alla Madonna è difficile rimanere indifferenti. Con la Messa di domenica 10 settembre, officiata dal Vicario Generale della Curia di Agrigento, l'immagine, passando tra la folla di fedeli e al canto del 13 maggio si è avviata verso la nuova comunità di San Giovanni in Gemini-Cammarata, alle pendici del monte Cammarata (mt. 1578), a circa 700 m di altitudine s.l.m., posto in un territorio ricco di boschi e caratterizzato dall’aria salubre.

 

Arrivati nel convento dei Frati Cappuccini in forma privata nel pomeriggio, la Bianca Signora è stata preparata sulla base adornata dai fiori e accompagnata dal vice Parroco Don Andrea ha fatto il suo ingresso nella piazza antistante il convento dove a celebrare il rito di accoglienza e la S.Messa il Parroco Don Luca insieme alle autorità Civili e Militari insieme ad almeno 3000 fedeli giunti da diverse località. Sarà ospite di questa comunità , Chiesa della Madonna di Fatima

 

..continua vicino Salerno la Peregrinatio..Ciorani!..

..nell'avvicinarsi a Napoli, già da lontano la sagoma del Vesuvio ad est e del monte Faito a sud decidono immediatamente il territorio, imboccata la statale 366 passando per luoghi a noi familiari, S.Antonio,Santa Maria la Carità, Gragnano, Pimonte, Agerola, dove la Madonna Pellegrina ha sostato nei tempi trascorsi, ci siamo avvicinati come per incanto laddove senza soluzione di continuità, si passa dalla montagna al mare, proseguendo poi sulla statale panoramica 163, costruita in epoca borbonica nella prima metà del XIX secolo e da sempre considerata una delle strade più belle d'Italia e seguendo il naturale andamento della fascia costiera, un tracciato ricco di curve, stretto tra la parete rocciosa ed il mare a strapiombo, regalando all'uscita di ogni galleria o tornante nuovi e spettacolari colpi d'occhio dietro l'immancabile curva ecco Praiano, il paese in cui si respira un'atmosfera autentica e genuina, lontana dal turismo di massa, con i suoi vicoletti che si fanno strada tra macchia mediterranea, terrazzamenti e pittoresche abitazioni di cui uno di questi arriva davanti alla chiesa di S.Gennaro, dove con la sempre presente commozione si è celebrata, con Sua Eccellenza Monsignore Orazio Soricelli Arcivescovo di Amalfi-Cava de Tirreni, la Santa Messa di saluto alla Vergine di Fatima, che ha lasciata la Costiera per arrivare in serata a Ciorani, in provincia di Salerno..

Ad accogliere il simulacro, le Autorità civili e militari, insieme al Parroco Don Maurizio che ha collocato la preziosa corona sul capo.

Subito dopo la breve processione, in chiesa prima dell'intronizzazione, le due corone del Rosario sulle mani.

Fino a sabato la Madonna Pellegrina sarà presente alla venerazione dei fedeli in questa chiesa, di San Nicola a Ciorani, poi la sera stessa l'Immagine, accompagnata dai collaboratori del Movimento Mariano Messaggio di Fatima in Italia si imbarcherà a Napoli per raggiungere la Sicilia dove rimarrà 2 settimane, e precisamente ad Agrigento e Gemini.

 

 

 

<< Inizio < Prec. 1 2 3 4 5 6 7 Succ. > Fine >>

Pagina 3 di 7