..nell'Avellinese arriva la Pellegrina..

 

 

..Vairano Scalo,(Caserta) ha messo in campo tutto ciò che poteva servire per far si che l'evento programmato mesi orsono e cioè ospitare la venerata immagine della Madonna Pellegrina del Santuario di Fatima del Portogallo, unica Immagine presente in Italia affidata al Movimento Mariano Messaggio di Fatima fino all'8 dicembre, riuscisse nel migliore dei modi, infatti nella settimana di permanenza la Chiesa, intitolata ai Santi Cosma e Damiano, ha visto l'avvicendarsi di migliaia di fedeli, che giunti anche da località vicine hanno voluto essere presenti ad un così tanto importante appuntamento.

 

 

Vorrei tornare un attimo sulla precisazione dell'Immagine, visto che settimanalmente siamo subissati di chiamate per sapere informazioni sugli appuntamenti settimanali delle località che toccherà la statua, ebbene abbiamo constatato che ci sono delle associazioni che hanno una loro statua e fanno missioni a nome del Santuario di Fatima, ma solo a scopo di lucro, il Santuario disconosce ogni iniziativa che non sia a nome del Movimento Mariano Messaggio di Fatima in Italia che opera per conto loro dagli anni 80.

 

 

Ritornando ai fatti, la settimana con giorni dedicati è arrivata al sabato che ha visto snodarsi per le vie della cittadina la processione aux flambeau, poi la domenica è giunta inesorabile per il saluto di partenza. Con la Santa Messa delle 11, Vairano ha salutato la Pellegrina che subito dopo è partita con i collaboratori del Movimento alla volta della nuova comunità che pazientemente da mesi come tutti ha lavorato per l'occasione.

 

 

Dopo diversi chilometri ad un certo punto ci troviamo davanti a una grande vallata, il nostro sguardo segue la strada che la attraversa, si sente sotto gli alberi il profumo delle erbe umide del sottobosco, delle foglie cadute, un po' marcite, che profumano di torba, quello che più colpisce è sentire come la natura riesca a catturare i sensi, infine la via diventa sempre piú ripida fino a raggiungere la nostra meta, Montefalcione, cittadina dell'Irpinia ad est di Avellino.

 

 

La preparazione delle fasi dell'arrivo insieme ai collaboratori è proceduta in perfetta sincronizzazione, e puntuale alle 18 la così pregiata ospite è arrivata presso la casa di riposo di Villa Troisi, dove in attesa con centinaia di fedeli era il Vicario Generale insieme al Parroco, Don Paolo. La breve processione, dopo la posa della corona sul capo, si è avviata verso il Santuario di S.Antonio da Padova e lì con il rituale della preghiera di accensione della Lampada e l'apertura del cofanetto che contengono le Sacre Reliquie dei Santi Pastorelli di Fatima, Francesco e Giacinta, si è proceduto alla posa della corona del Rosario donata a questa Immagine dal Santo Padre Giovanni Paolo II°, poi l'intronizzazione e l'inizio della S.Messa ha concluso la giornata dell'arrivo.

 

 

Fino a domenica sarà possibile lucrare l'Indulgenza Plenaria che il Santo Padre Francesco ha dispensato solo laddove sosterà questa Immagine, e inoltre ricordo che è possibile far segnare delle S.Messe da celebrare nel Santuario di Fatima, lasciando l'indirizzo, ai preposti del luogo, per poter avere poi conferma da parte del Santuario Portoghese dell'avvenuta consegna delle offerte.

 

 

Domenica con la Santa Messa delle 9,30 ci sarà il saluto alla Madonna Pellegrina che partirà per raggiungere Gaeta poi con una Motovedetta della Capitaneria la città di Terracina (LT).

 

 

 

Last Updated ( Wednesday, 09 May 2018 19:17 )

 

..Vairano Scalo accoglie la Vergine di Fatima..

 

 

..la settimana appena trascorsa a Roccagorga rimarrà per i fedeli del posto qualcosa di difficile da dimenticare, la presenza di questa esile immagine, proveniente da Fatima per commerorare il centenario delle apparizioni, ha creato un qualcosa che come una calamita ha attratto in ogni ora del giorno numerose genti..

 

 

Le varie giornate dedicate hanno visto partecipare centinaia di fedeli in ogni momento del giorno, però come è avvenuto per ogni comunità, anche per Roccagorga è arrivato il momento del saluto, saluto che già si sapeva avrebbe avuto come principale attore la commozione.

 

 

La sera di sabato, dopo la solenne processione che in una calda serata estiva ha visto noncuranti della situazione meteorologica, partecipare lungo le vie della cittadina, addobbate come la Vergine merita, migliaia di persone insieme alle Autorità, civili e militari, si è percepito ciò che sarebbe successo la domenica del commiato.

 

 

Infatti con la S.Messa delle 10, è iniziata la fase della partenza che appena finita i collaboratori del Movimento Mariano Messaggio di Fatima hanno provveduto ad espletare le fasi di chiusura dell'immagine e il successivo trasferimento a Vairano Scalo, in provincia di Caserta, luogo trà l'altro che possiede una disputa di appartenenza dell'incontro tra Giuseppe Garibaldi e il Re Vittorio Emanuele II°, ufficialmente si ritiene che l’incontro sia avvenuto per l’appunto a Teano, in provincia di Caserta, presso l’odierno ponte San Nicola. La precisa località, però, è tutt’ora motivo di discussione. Secondo alcuni documenti, infatti, l’incontro avvenne nell’abitato dell’attuale Vairano Scalo, frazione del comune di Vairano Patenora proprio a poca distanza della chiesa dedicata ai S.Cosma e Damiano.

 

 

Con un elicottero la pregiata immagine è arrivata accompagnata dai responsabili Nazionali del Movimento operante in Italia per conto del Santurio Portoghese, presso il campo sportivo, la gran quantità di folla radunatasi per l'evento ha sorpreso gli organizzatori, ed espletate le fasi rituali della posa della corona sul capo e lettura della preghiera di accoglienza, la breve processione ha accompagnato in chiesa, per l'intronizzazione, la Madonna Pellegrina di Fatima.

 

 

Ricordiamo è l'unica immagine presente in Italia e altresì si ricorda che il Santo Padre Francesco ha disposto con con decreto della Penitentiaria Apostolica N° 245/17/1 del 14 febbraio 2017, di concedere la Giubilare Indulgenza Plenaria ai fedeli che adempite devotamente le solite condizioni durante il Pellegrinaggio Nazionale di Nostra Signora di Fatima parteciperanno alle sacre funzioni e alle iniziative spirituali davanti alla di Lei Immagine esposta alla pubblica venerazione o almeno pregheranno umilmente durante un congruo periodo di tempo per la conversione dei peccatori, per impetrare vocazioni sacerdotali e religiose e per la difesa dell'istituto della famiglia umana, concludento con l'Orazione Domenicale, con il simbolo della Fede e con l'invocazione della Beatessima Vergine Maria di Fatima..

 

 

 

 

Last Updated ( Wednesday, 09 May 2018 19:17 )

 

..dalla Puglia in Toscana..

 

 

La chiesa di Coverciano, dedicata a Santa Maria,vicino alla quale Palazzeschi immaginò la casa delle Sorelle Materassi, e proprio da lui descritta così: '' Santa Maria a Coverciano non è nemmeno un paesello ma un popolo, e per popolo s'intende quel nucleo non costituito di per sè in ente civile, ma tenuto in unione spirituale da una parrocchia. Lasciamo le descrizioni bellissime di Palazzeschi e torniamo alla realtà che ha coinvolto il popolo fedele di questi luoghi; dopo un viaggio di 900 km , proveniente dal punto geografico dove si unisce l'Adriatico allo Jonio, al sud della Puglia, l'effige ufficiale del Santaurio Portoghese di Fatima, la Madonna Pellegrina è giunta quì a Coverciano, quartiere a nord est di Firenze.

 

 

Predisposto il luogo ove si sono approntati i preparativi, presso la casa Generalizia delle Suore Francescane Ancelle di Maria ed esposta in forma privata l'immagine ufficiale della Madonna Pellegrina del Santuario di Fatima del Portogallo, il tempo necessario per la recita del S.Rosario nella loro cappella , alle 18,25 con la preziosa collaborazione dei Carabinieri, il mezzo del Movimento Mariano Messaggio di Fatima è giunto innanzi la Chiesa, dove in trepida attesa il popolo fedele di Coverciano attendeva questo momento così importante da tempo.

 

 

Il Vicario Generale, e il Parroco Don Leonardo, con la preghiera di accoglienza l'accensione della lampada e l'apertura delle Sante reliquie dei Pastorelli di Fatima Giacinta e Francesco, hanno iniziato la Santa Messa e il rito dell'accoglienza. L'immagine rimarrà qui nella Parrocchia di Santa Maria a Coverciano fino a domenica 9 luglio per poi trasferirsi a Roccagorga in provincia di Latina .

 

Last Updated ( Wednesday, 09 May 2018 19:18 )

 

..Roccagorga (LT) accoglie la Vergine di Fatima..

 

 

..al mattino presto, proveniendo da Modena, alcuni collaboratori del Movimento Mariano Messaggio di Fatima in Italia ha raggiunto altri collaboratori, che nella Chiesa di S.Maria in Coverciano in Firenze attendevano, preparando con sollecitudine i materiali occorrenti per le missioni programmate in collaborazione con il Santuario di Fatima del Portogallo, necessari per il trasferimento della Pregiata effige della Madonna Pellegrina di Fatima nella nuova Comunità ospitante, dal 9 al 16 luglio 2017, la Parrocchia dei SS.Erasmo e Leonardo a Roccagorga che è un comune italiano della provincia di Latina nel Lazio e fa parte della Comunità Montana dei Monti Lepini Ausoni..

 

 

...ricca di uliveti, cui si alternano coste di collina a tratti spoglie, a tratti boschive, Roccagorga conserva praticamente intatte alcune antichissime tradizioni come quella dei grandi falò accesi nella notte del Venerdì Santo, durante la quale viene portato in processione il Cristo. Sorge su una collinetta di 289 m. di altezza. Il paese ha una struttura urbana piuttosto lineare, lungo la strada principale che conduce al punto più antico ed elevato dell'abitato. Al XVIII sec. risale l'impianto della grande Piazza VI Gennaio, da un lato della quale si accede al Palazzo Baronale. Sul lato opposto si trova la chiesa dei SS.Erasmo e Leonardo, affacciata su una delle piazze barocche più belle della Penisola..

 

 

..Il pulmino che accompagna la Madonna Pellegrina, è giunto scortato dalla Polizia Locale fin sulla piazza innanzi descritta,ad accogliere la Mamma di tutti i giorni, come soleva dire Don Tonino Bello, alcuni sindaci dei paesi limitrofi, le Autorità Militari, Ecclesiali e tutto il popolo di Dio che attendeva già da alcune ore..

 

.. l'arrivo dopo moltissimi km non è stato dei migliori, un intero costone di montagna dietro il paese era circondato da altissime fiamme , che i mezzi aerei di soccorso stentavano ad arginare, ma il tutto non ha fermato la fase organizzativa dei preparativi per accogliere una così tanto desiderato Ospite...

 

..il Vescovo di Latina, Mons. Mariano Crociata insieme al Parroco ha recitato la preghiera di accoglienza e subito dopo la breve processione che ha accompagnato la Statua in chiesa, è iniziata la solenne Concelebrazione che ha visto la partecipazione di migliaia di fedeli..

 

Last Updated ( Wednesday, 09 May 2018 19:18 )

 

..da Tricase a Gemini, in Puglia..

 

 

.. ai piedi di una collinetta insolitamente verdeggiante, su cui spicca il Santuario, forse il primo dedicato alla Madonna di Fatima in Italia ,vi è una piazza, posta di fronte alla Chiesa Matrice, con una colonna con sopra la statua di S. Andrea Apostolo, protettore del rione e titolare della Parrocchia in Caprarica del Capo, rione di Tricase in provincia di Lecce, che ha accolto per una settimana la statua ufficiale della Madonna Pellegrina, itinerante in Italia fino all'8 dicembre, con un programma, curato dal Parroco Don William del Vecchio, minuzioso e specifico ad ogni giorno con un tema..

 

 

Sabato sera, dopo la S.Messa l'immagine è uscita per le vie della città in processione, seguita da una moltidutine di fedeli che non hanno saputo resistere al richiamo di Maria, fattasi pellegrina per tutti coloro che non possono affrontare un pellegrinaggio a Fatima, percorrendo vie addobbate con nastri, luci a terra, e coperte delle grandi occasioni poggiate sui balconi, come da centenarie tradizioni.

 

 

Poi domenica 25 giugno è arrivato anche per le genti del posto, il momento dei saluti ad una così importante ospite, dopo la S.Messa l'immagine è stata portata nel suo Santuario in cima alla collinetta nella piccola cappella, che presenta una semplice facciata a capanna con campanile. Fu edificata per volontà del parroco don Tommaso Piri ultimata nel 1952, ma poi nel 1957 venne elevata a Santuario in occasione del quarantesimo anniversario delle apparizioni della Madonna a Fatima (1917). Successivamente, per opera del successore don Eugenio Licchetta, vennero edificati la casa di accoglienza e le opere del Santuario, tant'è che tutt'intorno la natura ha fatto sì, per chi conosce i luoghi di Fatima, di sembrare di essere a “Loca do Cabeço.

 

 

Enorme gratidutine da parte dei collaboratori del Movimento verso l'ospitalità offerta dai collaboratori della Parrocchia guidata dal Parroco Don William, che hanno preparato un piccolo rinfresco nella pineta adiacente il Santuario nell'attesa del trasferimento della Madonna Pellegrina a Gemini. Alle 17, circa, dopo aver predisposto le fasi del trasferimento, i collaboratori del Movimento Mariano Messaggio di Fatima in Italia, giunti da Roma si sono avviati, accompagnati dalle forze dell'ordine e dal Parroco don William, verso Gemini, paesino collocato in una zona pianeggiante del territorio a ridosso di una piccola altura “le Serre”, che rappresenta la frazione di Ugento formata da circa 2.000 persone, dove il terreno che produceva olio, ma oggi, le piante flagellate dalla malattia della xylella non permettono, più rimangono dei buoni vini e colture di ogni genere, tipiche del Salento.

 

 

Del caratteristico paesaggio, sono anche le maestose costruzioni trulliformi chiamate “pajare”, “caseddhri” o “furnieddhri”, testimonianza significativa di quando la campagna pullulava di contadini operosi. Tali costruzioni sono le più sacre testimonianze della civiltà contadina. Gemini ha per stemma civico due gemelli. Il nome di questa frazione è da attribuirsi, secondo alcuni studi, alla venerazione che avevano i romani per i  Dioscuri, i gemelli Castore e Pollùce, figli di Giove, protettori delle truppe.

 

 

All'arrivo,oltre la presenza del Sindaco e il delegato della frazione di Ugento, centinaia di fedeli che malgrado il caldo non hanno saputo resistere alla chiamata di Maria. La posa della corona sul capo e la processione verso la chiesa parrocchiale è iniziata percorrendo il paese, da via Fontana, così denominata per la presenza di pozzi in passato, nell'abitato si possono riconoscere ancora di fabbricati storici, quale la Masseria Santacroce, proseguendo troviamo Palazzo Riso, Palazzo Piccinno, L’Arciprevitura, di proprietà della parrocchia di Gemini poi l'intronizzazione e l'inizio della Santa Messa, presieduta da Sua Ecc.za Mons. Vito Angiuli che in mattinata già aveva concelebrato per il saluto da Tricase, ha concluso la giornata dell'accoglienza.

 

 

 

 

Last Updated ( Wednesday, 09 May 2018 19:18 )

 

<< Start < Prev 1 2 3 4 5 6 Next > End >>

Page 4 of 6