..con la tappa di Palombara (RM) termina la Peregrinatio Mariae in Italia..

Il paesaggio di campagna che ci scorre sotto di noi, a bordo di un velivolo messo a disposizione come sempre dall'encomiabile Presidente dell'Air Fly Roma Italo Marini, è uno dei posti più belli e tranquilli del mondo, il luogo visto dall'alto con il verde delle colline le enormi distese di campi coltivati, il fiumiciattolo che scorre tra la storia, il radioso sole che risplende, affacciandosi tra le nuvole, che in mattinata non davano tante possibilità di atterrare , la leggera brezza ti lasciano ritrovare la pace dei sensi.

Nell'avvicinarsi al ridente paese di Palombara ad est di Roma sotto le pendici dell'Appennino con la maestosità di Monte Gennaro che sembri vigilare tutto ciò che si trova ai suoi piedi e in compagnia dell'Immagine della Madonna Pellegrina del Santuario di Fatima,

 

sorvolando delle nubi come per incanto è comparso un arcobaleno che indicava da un lato il luogo dell'atterraggio dove ad attendere la Bianca Signora tutta la Comunità della Cittadina insieme al Sindaco, Autorità Militari e il Clero con Sua Ecc.za Mons. Ernesto Mandara, Vescovo della Diocesi di Poggio Mirteto-Fara Sabina, insieme al Vicario Generale, Don Paolo Gilardi, e al Parroco Don Luigi de Angelis.

A bordo dell'aeromobile, i collaboratori del Coordinamento Nazionale delle missioni per conto della Rettoria del Santuario Portoghese in Italia, facenti parte del Movimento Mariano Messaggio di Fatima in Italia con la preziosa immagine, hanno così concluso l'ultima tappa della lunghissima Peregrinatio Mariae 2017, nel ricordo del centenario delle apparizioni a Fatima.

La Peregrinatio iniziata il 22 aprile 2017 percorrendo migliaia di km attraversando l'Italia da nord a sud ha visto nel suo peregrinare, centinaia di migliaia di fedeli lasciando loro un ricordo indelebile, come lo hanno lasciato nei nostri cuori, persone speciali e Santi Sacerdoti tutti uniti per una sola causa, portarci a Gesù attraverso sua Madre.

Ultimo aggiornamento ( Venerdì 08 Dicembre 2017 14:24 )

 

..DA S. IRENEO A TOR VERGATA..

In questo periodo storico, tanto turbato dai venti di guerra, dal terrorismo, dall’odio, Lei, la Donna Vestita di Sole, ci dà una risposta storica.

Con sollecitudine materna, quasi con insistenza, ci insegna che con la preghiera e la penitenza si può tornare a una vita di pace. “Che non esiste un destino immutabile, che fede e preghiera sono potenze, che possono influire nella storia e che alla fine la preghiera è più forte dei proiettili, la fede più potente delle divisioni.”
..le apparizioni di Fatima sono la manifestazione tangibile dell'Amore Materno di Maria che viene incontro ai suoi figli per invitarli alla conversione, alla preghiera e alla penitenza e sono un richiamo profetico alla chiesa e al mondo a non smarrire o barattare la vera fede ..


"Il Messaggio di Fatima, in generale, non è complesso. Le sue richieste riguardano la preghiera, la riparazione, la penitenza, il sacrificio, e l’abbandono del peccato. Prima che la Madonna apparisse ai tre pastorelli, Lucia, Francesco e Giacinta, l’Angelo della Pace gli aveva fatto visita. L’Angelo preparò i fanciulli a ricevere la Beata Vergine Maria, e le sue istruzioni sono un aspetto importante del Messaggio, che troppo spesso viene dimenticato.


..ma poi per motivi a noi sconosciuti, Lei arriva a farci visita , a trasformare le nostre Parrocchie Santuario per una settimana, che passa troppo veloce, ma  lascia dei ricordi indelebili nei cuori..


..ed oggi tutto ciò si è ripetuto quì a Tor Vergata, quartiere ad est di Roma, dove tanto tempo fa San Giovanni Paolo II° celebrò la giornata mondiale della gioventù con una presenza di giovani che nella storia non si ricorda..
..lasciata la parrocchia di S.Ireneo a Roma sud, l'immagine accompagnata dai collaboratori del Coordinamento Nazionale è arrivata nel pomeriggio nella Parrocchia di Santa Margherita Alacoque.. .. ad attendere la sacra icona ,il parroco Don Domenico che fatta la preghiera di saluto, con tutto il popolo dei  fedeli al canto del 13 maggio  in processione ha accompagnato  la sacra immagine in chiesa dove  rimarrà fino al 26 novembre per poi trasferirsi sulla Costiera Amalfitana a Pogerola..

Ultimo aggiornamento ( Lunedì 27 Novembre 2017 18:39 )

 

..FATIMA NELL'AGRO PONTINO A SEZZE..

..finalmente la pioggia!...certamente non è la più appropriata per un evento così importante,come l'arrivo della Madonna Pellegrina di Fatima ,ma ha deciso Lei pertanto è stata la più accettata..

 

..nella tarda mattinata, con la presenza di Sua Ecc.za di Mons.Romano Rossi,Vescovo, di Civitacastellana , si è conclusa la settimana di presenza della Madonna Pellegrina del Santuario di Fatima del Portogallo nella Parrocchia di S.Stefano a Fiano Romano..

..partiti alla volta della nuova comunità, già il tempo lasciava intendere il suo volere,arrivati a Sezze,cittadina in posizione dominante, totalmente affacciata sull’agro Pontino, famoso da sempre per la buona qualità della terra non lontana da una delle strade più famose dell’epoca, la via Appia, insieme a Padre Damiano si è deciso di cambiare il programma dell'arrivo proprio a causa del maltempo..

 

..posizionata  la base adornata di fiori, che la comunità di Fiano ha preparato egregiamente, insieme ai portatori e le confraternite si è portata la così tanto gradita ospite direttamente nella bellissima Cattedrale di Santa Maria già gremita di fedeli..

..le preghiera di accoglienza, il Santo Rosario e la celebrazione dell'Eucarestia hanno concluso la giornata . Giornalmente e  fino a domenica 12 novembre con un programma ben curato e pieno di iniziative, la preziosa ospite rimarrà alla devozione dei fedeli, poi il  pomeriggio sarà trasferita nella Parrocchia di Sant'Ireneo nel quartiere Romano di Centocelle..

Ultimo aggiornamento ( Lunedì 27 Novembre 2017 17:47 )

 

..LA PELLEGRINA A S. IRENEO..

 

Autunno!..mentre ammiriamo tutto il fascino nascosto di questa stagione che per molti è triste e malinconica, come la descrivono molti poeti, che ne  parlano  piena di tristezza, di rancore, di nostalgia , in realtà  ha una particolarità;

le città si colorano, i paesi si impregnano di odori, e sembra che la natura con i suoi suoni componga una musica bellissima, il mare  cambia, sembra che i suoi colori si spengano leggermente e l’acqua assume un colore più tendente al grigio, ma allo stesso tempo rimane limpido e trasparente e poi la speranza, che in questo piccolo paese dell'Agro Pontino ha avuto l'opportunità di toccarla con mano, insieme alla presenza della Bianca Signora di Fatima

Il sabato sera, dopo la S.Messa, con la processione si è cominciato ad emozionarsi pensando alla partenza di domenica, che ha visto la partecipazione di centinaia di fedeli che allo sventolio dei fazzoletti bianchi ha salutato la loro Compagna di una settimana.

Sotto una pioggia battente e cambiando la fase organizzativa dell'arrivo, la Sacra Immagine è stata preparata sulla sua base adornata da centinaia di garofani bianchi nella Cappella del Santissimo all'interno della Chiesa di Sant'Ireneo a Centocelle, quartiere di Roma, e alla presenza di S.E. Mons. Giuseppe MARCIANTE è stata accolta e intronizzata con il solito rituale.Rimarrà fino a domenica 19 novembre per poi trasferirsi nella Parrocchia di Santa Maria Alacoque nel quartiere romano di Tor Vergata.

Ultimo aggiornamento ( Lunedì 27 Novembre 2017 17:59 )

 

..nella terra di San Francesco..

 

La distanza tra le due comunità , Lauropoli di Cassano allo Jonio e Palazzo di Assisi, ha condizionato il saluto alla Madonna Pellegrina di Fatima al sabato per permettere di raggiungere in tempo,la domenica successiva, il luogo scelto da Maria per proseguire la sua Peregrinatio in terra Italiana.

I collaboratori del Movimento Mariano Messaggio di Fatima in Italia, partiti presto da Roma hanno raggiunto Lauropoli per collaborare insieme a Padre Attilio, parroco della Parrocchia dei Sacri Cuori di Gesù e Maria, agli ultimi particolari inerenti alla visita in Cattedrale della Vergine di Fatima, a Cassano e l'inaugurazione dell'albero del Perdono, messo a dimora, su invito del loro Vescovo Savini, in una rotatoria di Lauropoli.

La sera di venerdì l'arrivo a Cassano in Cattedrale con la partecipazione di centinaia di fedeli, ha vissuto un momento di preghiera molto intenso alla presenza del Rettore e del Clero Diocesano.

Al ritorno, con la presenza delle autorità cittadine e militari, la benedizione dell'ulivo, poi di nuovo l'ingresso in chiesa dove non è stato possibile chiuderla, è rimasta aperta tutta la notte con una partecipazione notevole e continua di meravigliosa gente.

Ma il sabato inesorabile è arrivato e con la santa messa alle 11, si è avviata il non desiderato momento del saluto, occhi pieni di lacrime, ma con il cuore gonfio di amore hanno accompagnato la Bianca Signora nella piccola uscita sul piazzale dove centinaia di bambini delle scuole attendevano con il palloncino in mano per rendere omaggio a Lei.

Dopo il canto dell'addio di Fatima, accompagnato dal bravissimo coro, la Sacra Statua è entrata in chiesa in forma privata per essere adagiata nella sua custodia e partire con lo sventolio dei fazzoletti bianchi. Rimarranno indelebili i visi di tutti voi collaboratori di Don Attilio nei nostri pensieri e vi ricorderemo nelle preghiere, grazie!

Torniamo con malinconia ai fatti di domenica, ma per noi una nuova emozione, arrivati in tempo utile, attraversando verdi colline infinite ondulazioni di colli che formano il tipico paesaggio umbro: dossi fertilissimi punteggiati di antichi borghi e case coloniche che si stendono a perdita d’occhio nel paesaggio agrario delle viti e degli ulivi, delle piantagioni di tabacco, degli ordinati coltivi ravvivati dalle macchie gialle dei girasoli, ecco Palazzo di Assisi, con alle spalle l'inconfondibile sagoma della Basilica di San Francesco.

La comunità tutta ha accolto la Vergine poco distante la chiesa, che raggiunta dopo la preghiera di accoglienza, la posa delle corone e l'accensione della lampada vedrà sostare la Pellegrina fino a domenica 1° ottobre per poi raggiungere il Veneto con una tappa al centro città di Verona. moreno marroni foto giancarlo